Le colpe della sinistra

Leggendo i commenti che vanno per la maggiore di questi tempi, è incredibile notare come tutte le distorsioni di questo cantone vengano imputate a un solo grande colpevole: la sinistra. Rea di difendere unicamente i frontalieri, di avere aperto le frontiere, di non occuparsi della sicurezza del Paese, di avere a cuore unicamente i dipendenti pubblici, gli insegnanti…e chi più ne ha più ne metta. Probabilmente in tutto questo ci sarà anche un minimo di verità, ma se analizziamo i fatti ci accorgiamo che in realtà la sinistra in questo cantone non ha mai governato! Certo, ha fatto parte del Consiglio di Stato (dal 1922, non proprio dagli inizi), ma sempre in minoranza. Per contro, grazie alla sua azione e perseveranza, ha portato all’introduzione di diritti che oggi ci sembrano scontati, ma che così in passato non erano: suffragio femminile, congedo maternità, diritti dei lavoratori… Che dunque la sinistra ticinese (o svizzera in generale) venga accusata di tutti i mali di questo Paese mi sembra quanto meno esagerato. Se oggi siamo dove siamo lo dobbiamo ai partiti che ci hanno governato e che, ancora negli ultimi anni, alle parole non hanno fatto seguire i fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *