Banche e dipendenti

“Quello che fa più effetto (e lo dico da ex-dipendente di una grande banca) è la sensazione, trasmessa ancora in questi giorni da alcuni amici che in banca ci sono ancora, che hanno i quadri e i dipendenti in generale, di essere stati totalmente abbandonati, in un momento così delicato, dal loro management.” Così scriveva l’amico Adriano in una sua recente risposta ad un mio post. Mi è tornata in mente in questi giorni ascoltando il CEO di BSI spiegare l’accordo tra il suo istituto e la giustizia statunitense.Egli ha spiegato che la FINMA non perseguirà la banca, ma ci sono numerosi collaboratori ( al TG della sera si parlava anche di 500 persone) che rischiano di essere oggetto di procedura.

Quindi la banca paga la multa ed è a posto, mentre i collaboratori vengono abbandonati a loro stessi? Prima procurano i clienti alla banca e poi rischiano in proprio? E io mi chiedo: la banca che protezione offre a questi dipendenti? Nessun giornalista l’ha chiesto al CEO, ma magari qualcuno di voi me lo sa spiegare… A occhio e croce mi sembra di poter dire che questi bancari si dovranno arrangiare. Nulla da dire nemmeno in questo caso? Di questo aspetto naturalmente nessun accenno né sul CdT né sulla Regione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *